Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
  » INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  INPGI 1 e 2
Stampa

Corte dei conti - Determinazione n. 61/2013 del 12 luglio 2013 - Relazione sul risultato del controllo eseguito sulla gestione finanziaria dell’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani “Giovanni Amendola” (INPGI) per l’esercizio 2012: "Avanzo economico di 11 milioni, ma ilsaldo tra contributi e pensioni IVS è negativo per 7,391 milioni. La spesa della indennità per i contratti di solidarietà passa dai 2,7 milioni del 2011 ai 7,9 milioni del 2012 conseguenza della perdurante crisi che attraversa il settore dell’editoria". IN CODA il testo della relazione

La Corte dei conti, Sezione del controllo sugli enti, con deliberazione n. 61 del 12 luglio 2013, ha riferito al Parlamento sulla gestione finanziaria dell’Istituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani “Giovanni Amendola” (INPGI) per l’esercizio 2012, con riferimento alla Gestione principale, sostitutiva dell’Assicurazione Generale Obbligatoria, e alla Gestione separata, cui sono iscritti i giornalisti liberi professionisti e quelli in rapporto di lavoro coordinato e continuativo.


Nel 2012 i risultati economici della Gestione principale chiudono con un avanzo economico di 11,098 milioni, in flessione, pur molto lieve, sull’analogo risultato del 2011. 


Ancora nel 2012 un dato negativo è rappresentato dall’andamento della gestione previdenziale e assistenziale, che chiude, come nel precedente esercizio, sempre con il segno meno, ma con valori di ben maggiore rilevanza. Il risultato è, infatti, negativo per 7,391 milioni e ad esso contribuisce in modo determinante il saldo tra contributi e pensioni IVS che accentua così un trend già rilevato riguardo all’esercizio 2011. Ancorché, infatti, nel 2012 si registri un lievissimo aumento delle entrate da contributi IVS, la spesa per pensioni mostra un incremento ben superiore e porta, dunque, in negativo il relativo saldo.


Conseguenza della perdurante crisi che attraversa il settore dell’editoria, con riflessi sull’andamento della gestione previdenziale, è la dimensione assunta dal ricorso agli ammortizzatori sociali che vede, soprattutto, il lievitare della spesa della indennità per contratti di solidarietà che passa dai 2,7 milioni del 2011 ai 7,9 milioni del 2012.


Per contro, la gestione del portafoglio mobiliare mostra un risultato maggiormente favorevole rispetto all’esercizio 2011 per circa 12 milioni, dovuto all’andamento delle componenti straordinarie, mentre il saldo complessivo della gestione patrimoniale (mobiliare e immobiliare) fa registrare una diminuzione di 15,586 milioni sul precedente esercizio.


Guardando al futuro è tuttavia da rilevare come gli interventi riformatori adottati dall’Istituto si mostrino efficaci almeno se rapportati al medio-lungo periodo. Il più recente bilancio tecnico (che copre il periodo 2011-2060) adottato dall’INPGI, in attuazione a quanto previsto dall’art. 24, comma 24, del decreto legge n. 201 del 2011, mostra, infatti, dati confortanti e ha superato la verifica di sostenibilità di lungo periodo effettuata dai Ministeri vigilanti. 


Quanto alla Gestione separata il 2012 chiude con un avanzo economico di 47,6 milioni, per il contributo determinante del saldo della gestione previdenziale. (in https://dub108.mail.live.com/default.aspx?id=64855#n=1129836391&fid=1&mid=e7d6a5ca-f06f-11e2-bc28-00215ad80a28&fv=1)


Corte dei conti -Ufficio stampa 



 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
---------------------------------
Decreto legge n. 63/2012 convertito con la legge 103/2012. Art. 3-bis (Semplificazioni per periodici web di piccole dimensioni): 1. Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica ovvero on line, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, non sono soggette agli obblighi stabiliti dall'articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall'articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall'articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad esse non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. 2. Ai fini del comma 1 per ricavi annui da attività editoriale si intendono i ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati.
---------------------------------
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno XV Copyright � 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com