Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
  » Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Attualità
Stampa

Giornalisti e cameramen stavano effettuando servizi di cronaca ad Isola Capo Rizzuto (Crotone). ROUPE TV AGGREDITE, SOLIDARIETA’ DELL’UNCI. GALIMBERTI: "TROPPI SEGNALI DI INTOLLERANZA, URGENTI NUOVE NORME PER PUNIRE A EFFETTO IMMEDIATO I VIOLENTI. LA POLITICA SMETTA DI ASSISTERE A QUESTA PERICOLOSA DERIVA".


Roma, 18 maggio 2017 - L’Unione nazionale cronisti italiani esprime solidarietà ai colleghi che sono stati minacciati ed aggrediti ad Isola Capo Rizzuto (Crotone) mentre erano impegnati a confezionare i servizi del giorno dopo nell’ambito dell’operazione "Johnny" della direzione distrettuale antimafia di Catanzaro sugli interessi della criminalità organizzata nella gestione di alcuni centri di accoglienza per migranti. Giornalisti, operatori tv e specializzati di ripresa di Rai News 24, La 7 e di un’altra emittente, sono stati minacciati, aggrediti e inseguiti da sconosciuti. Per il presidente nazionale dell’Unci, Alessandro Galimberti, "l’ennesimo episodio di minacce e intimidazione nei confronti dei cronisti toglie ogni alibi alla classe politica sull’urgenza di individuare una fattispecie aggravata per rendere dissuasiva la punizione dei responsabili, una pena edittale sufficientemente alta per poter permettere l’arresto immediato nella flagranza o nella quasi flagranza della minaccia. Il livello di intolleranza nei confronti della stampa, spesso alimentato dalla stessa classe dirigente, sta creando un clima fertile per il ritorno di una stagione di violenza che speravamo sepolta per sempre. A nessuno oggi deve più essere consentito di voltarsi dall’altra parte, aspettando l’ineluttabile". "Ancora una volta cronisti e fotocineoperatori aggrediti e minacciati solo perchè svolgevano con puntuale professionalità e coraggio il proprio mestiere. – ha sottolineato il Vice-Presidente nazionale dell’Unci, Leone Zingales – Alle forze dell’ordine e alla magistratura chiediamo di fare luce sulle aggressioni e denunciare i responsabili" (UNCI).





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com