Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Le pensioni nell’era delle post-verità. "L'ardimento" di Marina Macelloni. Lettera aperta alla Commissione della Camera Lavoro Pubblico e Privato (Presidente Cesare Damiano e Onorevoli Claudio Cominardi, Marialuisa Gnecchi, Giovanni Mottola, Alessia Rotta e Walter Rizzetto).

di Salvatore Rotondo/Giornalisti No Prelievo

TESTO IN  https://giornalistinoprelievo.wordpress.com/2017/05/13/le-pensioni-nellera-delle-post-verita/


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§


10.5.2017 - INPGI. Marina Macelloni (presidente) audita dalla Commissione Lavoro della Camera: “La riforma avviata dall’Istituto è in grado di invertire la dinamica di squilibrio, bisogna resistere fino al 2039, poi ci sarà la svolta positiva. La crisi persistente dell'editoria determina frattanto l'aumento del numero dei giornalisti pensionati e il calo degli attivi/contribuenti. Presto la pensione di anzianità,  come chiedono i Ministeri vigilanti, scatterà  con 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini e con 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne. L'allineamento alle regole dell'Inps è ormai cosa fatta anche in tema di pensione di vecchiaia (66 ani e 7 mesi) e di calcolo contributivo per gli assegni. L'età della quiescenza aumenterà in base alle aspettative di vita".  - di Pierluca Danzi e Italpress - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23285





15.4.2017 - Pubblichiamo la Nota n. 36/1945 (del 20/2/2017) con la quale il ministro vigilante del Lavoro ha approvato il contributo straordinario sulle pensioni dei giornalisti dai 38mila euro in su come richiesto dal Cda dell'Inpgi (delibera n. 63/2016). Alla Nota è allegato il parere del Mef (a firma del Ragioniere generale dello Stato). La Cassazione ha bocciato il prelievo imposto per via amministrativa dalle Casse dei dottori commercialisti e dei ragionieri. Le prestazioni patrimoniali possono essere deliberate solo per legge come recita l'articolo 23 della Costituzione. Il Ragioniere generale dello Stato nella sua Nota 27.1.2017 (prot n. 15917) indirizzata al Ministero del Lavoro ha richiamato le "criticità sul prelievo" già espresse dai Ministeri vigilanti (Lavoro e Mef) con la Nota 2.2.2016 n. 36/1379 quando hanno bocciato il prelievo sulle pensioni dei giornalisti previsto dalla delibera n. 24 del 27 luglio 2015. - di Franco Abruzzo/presidente di Unpit - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=23150





 




 



 


 





Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com