Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

I giornalisti di Metro, attualmente in solidarietà al 50%, proseguono lo stato d’agitazione in attesa della richiesta d’incontro da parte dell’Editore per riaprire la trattativa sulla compensazione delle domeniche.


10.5.2017  I giornalisti di Metro, attualmente in solidarietà al 50%, proseguono lo stato d’agitazione in attesa della richiesta d’incontro da parte dell’Editore per riaprire la trattativa sulla compensazione delle domeniche che secondo il nuovo piano non sarebbero più lavorative, dal momento che l’Azienda intende far uscire il quotidiano non più dal lunedì al venerdì, ma dal martedì al sabato. I giornalisti di Metro tornano ad esprimere preoccupazione per l’annunciato ridimensionamento delle pagine degli spettacoli locali di Roma, Milano e Torino. Intanto, di seguito nuovi messaggi di solidarietà giunti a Metro:


-       Fondazione Teatro Piemonte Europa. Siamo preoccupati e sorpresi di un eventuale ridimensionamento delle pagine culturali e di spettacolo di Metro, un giornale che ha seguito i programmi del Festival internazionale Teatro a Corte per un decennio di eventi spettacolari nelle dimore sabaude del Piemonte, di creazioni in situ, di ricerche innovative con utilizzo di nuove tecnologie; e altrettanto ha fatto con le stagioni di TPE, al Teatro Astra di Torino, accompagnandole con intelligenza critica e scrupolo di cronaca, seguendo eventi importanti come I Tre Moschettieri a puntate, come le molte nostre produzioni di successo, come le giornate speciali di animazione del pubblico. La presenza di giornalisti di Metro è importantissimo sostegno alla nostra attività quotidiana, e insostituibile strumento di dialogo con i nostri 30.000 spettatori annuali e confronto fecondo di idee e di discussione. Ci auguriamo davvero che le notizie in arrivo da Metro si trasformino in prospettiva di rilancio e di rinnovamento della politica redazionale.


Beppe Navello, Direttore Fondazione Teatro Piemonte Europa.


L’assemblea e il Cdr di Metro






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com