Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Le indicazioni dell' Istituto per l'attuazione delle nuove norme. Risposta in 30 giorni - DOCUMENTI INPS SENZA SEGRETI - Accesso ai dati con semplice istanza e senza motivazione. (L'INPGI, ente sostitutivo dell'Inps, SI ADEGUERA'?, ndr)

di DANIELE CIRIOLI/Italia Oggi


4.5.2917 - Inps a porte aperte. Chiunque vi abbia interesse può richiedere dati e documenti, senza alcuna limitazione, salvo l'eccezione della tutela d'interessi pubblici e privati (ad esempio il segreto di stato). La domanda, senza motivazione, va presentata in carta semplice per email, Pec, fax, posta ordinaria o allo sportello dell'Inps. Tempo di risposta: trenta giorni, con provvedimento motivato, comunicato sia al richiedente e sia agli eventuali controinteressati. A precisarlo, tra l' altro, è l'Inps nel messaggio n. 1805/2017.
TRASPARENZA A TRE VIE. L'istituto di previdenza detta le prime istruzioni operative alla nuova forma di accesso civico, cosiddetto «generalizzato», in vigore dallo scorso anno a seguito delle modifiche apportate al dlgs n. 33/2013 dal dlgs n. 97/2016. Con questa nuova forma, spiega l' Inps, le strade a disposizione dei cittadini per ottenere dati e informazioni in possesso delle pubbliche amministrazioni (non pubblicati diversamente) sono tre: il tradizionale accesso ai documenti amministrativi, l'accesso civico semplice e il nuovo accesso civico generalizzato.
ACCESSO AI DOCUMENTI. È il sistema tradizionale per la consultazione di documenti amministrativi previsto dall'art. 22 della legge n.241/1990. Possono avvalersene solo i titolari di un «interesse diretto, concreto e attuale, corrispondente a una situazione giuridicamente tutelata e collegata al documento al quale è chiesto l'accesso».
ACCESSO CIVICO SEMPLICE.Previsto dall'art. 5, comma 1, del dlgs n. 33/2013 consente a chiunque di chiedere documenti, informazioni e dati oggetto di pubblicazione obbligatoria, che l'amministrazione abbia omesso di pubblicare. È un diritto non soggetto a limitazioni quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente. La domanda è gratuita, non richiede motivazione e va presentata al «responsabile della prevenzione della corruzione e per la trasparenza» dell'Inps. L'Inps ha 30 giorni per procedere alla pubblicazione sul sito dei dati, documenti, informazioni oggetto dell'istanza, comunicando al richiedente l'avvenuta pubblicazione con l'indicazione del relativo collegamento ipertestuale.Nel caso in cui quanto richiesto risulti già pubblicato, l' Inps comunica al richiedente solo il relativo collegamento ipertestuale.


ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO.Previsto dall' art. 5, comma 2, del dlgs n. 33/2013 consente a «chiunque» di chiedere dati e documenti in possesso delle pubbliche amministrazioni, ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria. Si tratta di un diritto di accesso, spiega l'Inps, non condizionato dalla titolarità di situazioni giuridicamente rilevanti, esercitabile con semplice istanza e «senza motivazione». La finalità è «favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche e di promuovere la partecipazione al dibattito pubblico». La domanda deve identificare in maniera chiara il documento, il dato o l'informazione richiesta e, redatta in carta libera (per ora l' Inps non ha previsto un modulo), va indirizzata, unitamente a una copia del documento d'identità del richiedente, a: «Inps - Dc Audit, Trasparenza e Anticorruzione». Il procedimento deve concludersi, con provvedimento motivato, entro 30 giorni con la comunicazione al richiedente e agli eventuali controinteressati. L'accesso civico generalizzato, precisa infine il messaggio, è soggetto alle esclusioni e ai limiti previsti dall'art. 5-bis del dlgs n.  33/2013: interessi privati e pubblici che possano subire un pregiudizio dalla diffusione generalizzata delle informazioni.





 





 





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com