Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

Editoria. Assemblea a L'Unità: "Domenica non saremo in edicola, non saremo ai gazebo dove il popolo del Partito Democratico sceglierà il nuovo segretario e non seguiremo lo spoglio dei risultati delle primarie". Stipendio ridotto al 5% in aprile. Ballo dei direttori: via Bucciantini, si attendo la nomina del successore. Annunciato dall'azienda il taglio di una ventina di redattori su 28.


ROMA, 28  aprile 2017. - "Domenica l'Unità non sarà in edicola, non sarà ai gazebo dove il popolo del Partito Democratico sceglierà il nuovo segretario e non seguirà lo spoglio dei risultati delle primarie". Lo annuncia una nota dell'assemblea dei redattori del quotidiano, parlando di "ennesima gravissima provocazione" da parte dell'azienda.  "Dopo aver convocato il comitato di redazione per la presentazione del piano editoriale del nuovo direttore Marco Bucciantini che si proponeva di rilanciare il giornale, contenere i costi aziendali e avviare il sito Internet, l'azienda - spiega la nota - ha dato mandato ai propri rappresentanti legali di comunicare che il direttore non avrebbe dovuto partecipare all'incontro in quanto concluso il suo incarico. I legali hanno inoltre comunicato al cdr che a breve sarà nominato un nuovo direttore con pieni poteri che dovrà aderire al progetto dell'azienda che prevede un ingente numero di licenziamenti collettivi. Tutto questo nel giorno in cui l'amministratore delegato Guido Stefanelli ha comunicato l'intenzione dell'azienda di corrispondere alle lavoratrici e ai lavoratori una quota dello stipendio di aprile pari al 5% della retribuzione in seguito ad un pignoramento eseguito per conto di un creditore".  Per l'assemblea è "ancora più grave" che "la proprietà abbia di fatto interrotto unilateralmente un confronto appena avviato con il cdr e con la Fnsi in vista della riduzione dei costi aziendali e del rilancio del quotidiano". L'azienda, si legge ancora nella nota, "ha comunicato l'intenzione di procedere al licenziamento di un numero di redattori vicino alle 20 unità a fronte di una redazione che, al momento, è composta da 28 unità". "Per noi - conclude la nota - è arrivato il momento di dire basta e ricordare all'amministratore delegato Guido Stefanelli e all'editore Massimo Pessina che per tutelare i diritti calpestati esistono i luoghi deputati. In primis i tribunali". (ANSA).




 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com