Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
  » I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  I fatti della vita
Stampa

"Penso che il nostro ordinamento contenga tutti gli strumenti di garanzia del rispetto della verità delle notizie sui tradizionali mezzi di comunicazione. Dalle querele per diffamazione, alla richiesta di risarcimento danni, al diritto alla rettifica. Penso anche che un più scrupoloso rispetto del codice deontologico di voi giornalisti migliorerebbe la qualità dell'informazione" afferma Giovani Legnini (vicepresidente del Csm). IN CODA Fnsi a Grillo: "No ai tribunali speciali, sì all'abolizione del carcere per i giornalisti".



 ROMA, 4 gennaio 2017.  - "In un Paese libero vanno preservate le autonomie di tutti, della magistratura, della politica e della stampa. Sono i principi della nostra Costituzione a ricordarcelo". Così il vice presidente del Csm, Giovanni Legnini, in un'intervista a Repubblica in cui commenta l'attacco del M5S alla stampa: "In generale penso che non sia positivo prendersela con i giornali e i mezzi d'informazione". "Penso che il nostro ordinamento contenga tutti gli strumenti di garanzia del rispetto della verità delle notizie sui tradizionali mezzi di comunicazione. Dalle querele per diffamazione, alla richiesta di risarcimento danni, al diritto alla rettifica. Penso anche che un più scrupoloso rispetto del codice deontologico di voi giornalisti migliorerebbe la qualità dell'informazione", afferma Legnini. In merito alle bufale sul web, "mi riconosco pienamente nelle parole del Presidente Mattarella. Internet è una grande rivoluzione democratica e va preservata e difesa da chi ha interesse a creare confusione tra verità e falso. Condivido le preoccupazioni di Orlando e Pitruzzella", dichiara Legnini. Sul codice etico del M5S, "il superamento dell'automatismo 'avviso di garanzia uguale dimissioni' fa bene ai partiti perché li aiuta a riappropriarsi di una delle loro principali funzioni, quella di meglio selezionare la classe dirigente e allontanare coloro che si siano resi responsabili di fatti incompatibili con l'esercizio di funzioni pubbliche", osserva Legnini, secondo cui "la legge che attua l'articolo 49 della Costituzione sulla vita dei partiti andrebbe finalmente approvata per affermare i principi di democraticità e trasparenza della loro vita interna". (ANSA).


§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§




  • Fnsi  a Grillo: "No ai tribunali speciali, sì all'abolizione del carcere per i giornalisti". - Roma, 4 gennaio 2016  - Chi davvero è interessato ai temi della libertà di informazione invece di progettare tribunali speciali e giurie popolari si dedichi alla approvazione   di quelle norme che consentirebbero   all'Italia   di risalire decine di posizioni nei rapporti internazionali sulla libertà di informazione. L'attuale   mediocre   collocazione   deriva,   infatti,   dalla   debolezza   delle   normative   antitrust, dall'irrisolto conflitto di interessi, dall'ingerenza della politica nella gestione della Rai, in modo particolare, dal crescere delle minacce nei confronti dei cronisti che indagano e scrivono su mafie, malaffare, corruzione. La mancata abrogazione della pena del carcere connessa ai reati di opinione, per altro sollecitata dalle istituzioni europee e, soprattutto, l'uso e l'abuso delle cosiddette "querele temerarie" hanno determinato   un   drastico   peggioramento   della   posizione   dell'Italia   in   alcuni   dei   più   prestigiosi rapporti internazionali. Ci auguriamo che il triste dibattito di queste ore non si esaurisca nello spazio di una battuta, ma sia ora trasformato, dal governo e dal parlamento, in una efficace e tempestiva iniziativa per portare alla   approvazione   gli   opportuni   provvedimenti   a   tutela   del   diritto   di   cronaca   e   del   diritto   dei cittadini ad essere informati. Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidentedella Fnsi.   (www.fnsi.it)




  • §§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§§






  • 3.1.2017 - La guerra delle fake news: fuoco incrociato Grillo-Mentana. Il leader del M5S sul suo blog scatenato contro tg e giornali "fabbricatori di notizie false per mantenere il potere a chi lo detiene". Il direttore del Tg La7: "Offesa insanabile. Ne risponderà in Tribunale". (IN CODA la replica della Fnsi e dell'Ordine dei Giornalisti). - di Andrea Frollà/corrierecomunicazione - TESTO IN http://www.francoabruzzo.it/document.asp?DID=22359










 





 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com