Home     Scrivimi     Cercadocumenti     Chi è     Link     Login  

Cerca documenti
Cerca:
in:
     

Documenti
Attualità
Carte deontologiche
CASAGIT
Corte di Strasburgo
Deontologia e privacy
Dibattiti, studi e saggi
Diritto di cronaca
Dispensa telematica per l’esame di giornalista
Editoria-Web
FNSI-Giornalismo dipendente
Giornalismo-Giurisprudenza
I fatti della vita
INPGI 1 e 2
Lavoro. Leggi e contratti
Lettere
Ordine giornalisti
Premi
Recensioni
Riforma professione
  » Scuole di Giornalismo e Università
Sentenze
Storia
Tesi di laurea
TV-Radio
Unione europea - Professioni
  Scuole di Giornalismo e Università
Stampa

FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA. Lettera di Sergio Rizza a Gabriele Dossena (presidente Ogl). "Perché i crediti formativi universitari per corsi, lezioni e master seguiti in passato non possono essere calcolati? Per quale valida ragione il CNOG dovrebbe rispondere negativamente?".


12.2.2016 - Gentile presidente Dossena, colleghi del CNOG, colleghi dell'Odg addetti alla Formazione Professionale Continua, leggo sul sito www.odg.mi.it (Vademecum relativo alla FPC) che "I crediti formativi universitari per corsi, lezioni e master seguiti in passato non possono essere calcolati ai fini della Formazione professionale continua (Fpc). Gli unici corsi validi per la Fpc sono quelli accreditati dal Consiglio nazionale dell’ordine dei giornalisti (Cnog)".



Per quale valida ragione il CNOG non dovrebbe accreditare dei corsi o degli esami universitari ai fini della FPC? Perché, trattandosi di insegnamenti di alto livello impartiti in istituzioni pubblicamente riconosciute, l'approvazione del CNOG ai fini della FPC non giunge automaticamente, anche ex post?



Leggo che, secondo l'art. 6 del Regolamento attuativo, il CNOG può "stipulare convenzioni con le Università per definire regole comuni per il riconoscimento reciproco di crediti formativi professionali e universitari". Ecco, questa mi pare una disposizione sensatissima. Ma è attuata?



Trovo sorprendente, poi, che una tale convenzione non sia stata stipulata (a quanto mi risulta) con l'Università degli Studi di Milano, cioè con l'Ateneo che ospita il Master in giornalismo "Walter Tobagi" e con il quale l'Ordine dei Giornalisti della Lombardia ha un rapporto assolutamente "strutturale", istituzionale.



Come può un percorso di studi universitario non essere parte integrante, in automatico, della Formazione Professionale Continua? Come può non esserlo proprio oggi, in un'epoca in cui si sottolinea da più parti la necessità di collegare la formazione del giornalista professionista a un percorso di studi sempre più qualificati e qualificanti? Credo di poter chiedere, con questa mia, adeguati chiarimenti.  Cordialmente, SERGIO RIZZA



 



 



 



 



 



 



 






Editore/proprietario/direttore: Francesco Abruzzo - via XXIV Maggio 1 - 20099 Sesto San Giovanni (MI) - telefono-fax 022484456 - cell. 3461454018
Provider-distributore: Aruba.it SpA (www.aruba.it) - piazza Garibaldi 8 / 52010 Soci (AR) - Anno VII Copyright © 2003

Realizzazione ANT di Piccinno John Malcolm - antconsultant@gmail.com